EVENTI




Caricamento del calendario
in corso...


CATEGORIE

FORMULA UNO GP2 FIA GT1 WTCC GT OPEN WORLD SERIES F.RENAULT AUTO GP RALLY ITALIA FERRARI CHALLENGE TROFEO GRANTURISMO MC C.I. SUPERSTARS CAMPIONATO ITALIANO GT C.I. TURISMO ENDURANCE News Gallery Calendario Classifica Regolamento C.I. PROTOTIPI C.I. VELOCITà MONTAGNA CLIO CUP ITALIA EUROCUP FR 2.0 FORMULA RENAULT 2.0 ITA C.I. FORMULA 3 C.I. FORMULA ABARTH FORMULA JUNIOR MONZA KARTING ALTRE CATEGORIE ARCHIVIO

INFORACE

Regolamenti CSAI Organi Competenti Brevetti e Licenze Consigli Utili

MEDIABOX

Links motorsport Comunicati Ferrari

SERVICES

Annunci Feed Rss News sul tuo sito

> HOME > NEWS C.I. TURISMO ENDURANCE


Archivio storico: 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012

SEZIONI INTERNE: NEWS | GALLERY | CALENDARIO | CLASSIFICA

» BACCI (BMW) E COLCIAGO (SEAT) SONO I VINCITORI DI MONZA

Il fiorentino agguanta il primo successo in campionato nella gara del mattino, mentre il neo-Campione 2009 festeggia dal gradino più alto del podio il titolo tricolore già aggiudicato con un round d’anticipo. Valentina Albanese (Seat Leon Tdi) conquista il titolo assoluto riservato alle Diesel, mentre Marco Baroncini e Giorgio Vinella (BMW 320) vincono il Campionato Italiano Seconda Divisione (fino a 2.000 cc). Nella combattutissima classe riservata alle Leon Supercopa il titolo è invece per Matteo Zucchi e Luca Trevisiol su Stefano Costantini e Giuseppe Cirò, al successo in gara 2 e secondi in campionato con il record di vittorie (7). Successo in gara 1 per Alberto Viglione.

Con due gare emozionanti e combattute fino alla bandiera a scacchi, è calato oggi a Monza il sipario sull’edizione 2009 del Campionato Italiano Turismo Endurance, l’affascinante serie tricolore varata da ACI-CSAI in collaborazione con il Gruppo Peroni Race. Andrea Bacci (BMW M3 E92 V8 4.0 – Autofficina Rally) al mattino ed il neo-campione Roberto Colciago (Seat Leon Turbo TFSI) in gara 2, si sono così divise le ultime vittorie in palio, con il fiorentino al primo attesissimo successo in campionato ed il pilota di Seat Motorsport Italia a festeggiare dal gradino più alto del podio quel titolo tricolore conquistato già con un round d’anticipo. Grande protagonista anche Piero Necchi (BMW M3 E92 4.0 – N Racing) che dopo le pole in prova ha chiuso secondo in gara 1 dopo gli handicap tempo ed è stato costretto al ritiro in peian bagarre di gara 2 quando rincorreva la seconda posizione di Nicola Bianchet (BMW M3 E92 V8 4.0 Promotorsport). Il giovane pilota comasco, dal canto suo conquista la piazza d’onore in campionato davanti a Luca Cappellari (BMW M3 E92 3.2 – Duller Motorsport), mentre Necchi conclude quarto. Nelle altre categorie Valentina Albanese (Seat Leon Tdi – Seat Motorsport Italia), ottima sesta in gara 1, vince il Campionato Italiano riservato alle vetture Diesel, mentre la coppia composta da Marco Baroncini e Giorgio Vinella (BMW 320 gr.N) conquista il titolo tricolore assoluto per le vetture fino a 2.000. Nella combattutissima classe riservata alle Leon Supercopa il titolo è invece per Matteo Zucchi e Luca Trevisiol su Stefano Costantini e Giuseppe Cirò, al successo in gara 2 e secondi in campionato pur se con il record di vittorie (7). Successo in gara 1 invece per Alberto Viglione.

Allo start di gara 1 Colciago, Necchi, Bacci, Cremonesi e Cappellari si portano in testa al lunghissimo plotone che rimane in bagarre alla prima staccata. Il gruppo di testa aggregarsi anche Paolo Meloni e Ferrato con le prime posizioni raccolte in sei secondi. Al terzo passaggio alla Roggia, Necchi prova l’attacco, ma arriva lungo in variante e riconsegna la posizione. L’operazione riesce alla tornata successiva quando la BMW del piemontese riesce ad infilare la Seat del Campione tricolore alla Variante Ascari. Alle spalle delle posizioni da podio, invece, sia anima la lotta per il quarto posto con Cappellari che deve difendersi da Belicchi. All’11esimo si rianima la lotta in testa con Colciago che prova ad infilarsi e Necchi che chiude la porta alla Prima Variante. Poco dopo iniziano le soste obbligatorie dove Necchi deve fermarsi 15 secondi più per handicap tempo rispetto a Colciago. Conclusa la fase di neutralizzazione, però, il pilota piemontese riesce comunque a rientrare in pista davanti alla Seat rivale, anche se in testa alla gara, per il minor tempo di sosta, si porta Bacci davanti a Cappellari. Il pilota friulano al 17esimo e 18esimo giro cede a Necchi e Colciago scivolando così al quarto posto davanti a Cremonesi, subentrato a Belicchi e poi Bianchet, Paolo Meloni e la Albanese ottava. Al 19esimo giro Colciago deve rientrare ai box per un “drive through” inflittogli per taglio di varianti e riconsegna il terzo posto a Cappellari, mentre in testa alla gara Bacci riesce a conservare il primato su Necchi scatenandosi nei doppiaggi. All’ultimo giro il fiorentino arriva a doppiare la Albanese, prima tra le Diesel ed a conquistare pochi metri dopo il suo primo successo in campionato rincorso già dallo scorso anno.

SUPERCOPA. La gara si avvia nel segno di Mulacchiè che conserva il primato guadagnato in prova, mentre le prime battute di gara vedono Flaminio, secondo, davanti a Petrikov, Ponti e Zucchi che, pur se solo quinto e grazie al ritiro della Leon dei rivali Costantini-Cirò,  vede consolidare il primato vantato in classifica con il compagno di squadra Trevisiol. Dopo le soste obbligatorie è Viglione a portarsi al comando davanti a Cassarà, subentrato a Flaminio, Trevisiol, subentrato a Zucchi e poi Cefis che al 21esimo giro è costretto a ritirarsi per un cedimento tecnico in frenata. Il terzo posto tra le Leon arriva così nelle mani di Ponti che poco dopo va insediare la posizione di Trevisiol. Il pilota pavese riesce però a non lasciare spazio all’avversario conquistando così il nono podio stagionale grazie al quale conquista l’ambitissimo titolo di classe con Zucchi.

SECPONDA DIVISIONE. Per la Seconda Divisione, dove la BMW di Pasquinelli conduce saldamente davanti alla 500 della Cerruti, il colpo di scena è al sesto giro quando l’Honda di Arduini e la BMW di Conte entrano in contatto e sono costretti al ritiro. Ritiro che al 12esimo giro arriva anche per la Cerruti costretta a parcheggiare la sua vettura sul prato. Dopo le soste ai box è Jolly, subentrato a Pasquinelli, a difendere la leadership di categoria districandosi anche nella foltissima pattuglia di Leon Supercopa della classe maggiore. Il secondo posto è invece di Marco Coldani e Giammaria Gabbiani sull’Honda Civic Type-R davanti ad Aramis-Ferlito (Alfa Romeo 147), primo tra le gruppo N davanti ad uno straordinario Alfredo Di Cosmo autore di una gara magistrale sull’Alfa Romeo 147 dotati di servocomandi al volante ed a Giorgio Vinella e Marco Baroncini (BMW 320) che si aggiudicano così, con il terzo posto in Gruppo N, la vittoria del campionato Italiano Seconda Divisione con una gara d’anticipo.

Così all'arrivo di Gara 1:

1) Andrea Bacci (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0), 25 giri in 50’39.545
2) Necchi (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 5.341
3) Cappellari (BMW M3 E92 3.2 – 24h 4.0) a 20.371
4) Colciago (Seat Leon 2.0 Turbo TFSI – 24h 4.0) a 47.755
5) Bianchet (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 1’11.842
6) Albanese (Seat Leon Tdi – D) a 1 giro
7) P.Meloni (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 1 giro
8) Viglione (Seat Leon Supercopa – 24H SC) a a 1 giro
9) Zucchi-Trevisiol (Seat Leon Supercopa – 24H SC) a 1 giro
10) Ponti (Seat Leon Supercopa – 24H SC) a 1 giro

Giro più veloce (15°) Colciago in 1’55.037 a 181.287 km/h

Allo start di gara 2 Necchi conserva il primato davanti a Bacci e Colciago in lotta con Cappellari. Il campione della Seat riesce ad avere ragione del pilota fiorentino portandosi al secondo, mentre Bianchet, Marrese e Paolo Meloni lottano per la quinta posizione. Al quarto giro Bianchet inizia a rendersi pericoloso nella scia di Cappellari che forza il ritmo ed arriva a prendere contatto su Bacci. Anche per il sesto posto è duello tra Meloni e Marrese, mentre il sorpasso per il quarto posto è al settimo passaggio alla Parabolica con Bianchet che ha la meglio sul campione 2008, mentre Bacci rallenta per un problema tecnico e lascia strada agli avversari. Intanto alle soste obbligatorie, è anche il momento degli handicap tempo con Necchi costretto ad ulteriori 30, Colciago a +15 e Cappellari a +5. Conclusa la fase di neutralizzazione in testa si porta così Colciago che riesce a sopravanzare per minimo vantaggio Bianchet, mentre Necchi passa terzo davanti a Cappellari, Ferrato e Belicchi. I doppiaggi animano ancora di più la lotta in testa con Colciago saldamente in testa, ma Bianchet costretto a guardare anche gli specchietti dove è sempre più evidente la BMW di Necchi. L’attacco arriva al 19esimo passaggio alla Roggia con Necchi che riesce ad infilarsi per poi riconsegnare nuovamente la seconda posizione al rivale dopo pochi metri allargandosi alle Lesmo. Dopo tre tornate arriva però il sorpasso solo apparentemente definitivo, perché al 23esimo giro Necchi vola ancora fuori alle Lesmo in fase di doppiaggio lasciando per l’ultima volta il secondo posto su Bianchet e prima di ritirarsi definitivamente. Sul traguardo, così vittoria di Colciago davanti a Bianchet, Cappellari, Belicchi e Ferrato.

SUPERCOPA. Gara 2 si avvia nel segno di Ponti, Viglione, Cefis e Trevisiol che al terzo giro cede a Costantini. Proprio il pilota dello Starteam si lancia in rimonta guadagnando il secondo posto davanti a Cefis, Viglione, Petrikov e Trevisiol. Ponti, dal canto suo, procede in acrobazia per difendere il primato, mentre al 12esimo giro Trevisiol è costretto a fermarsi per il cedimento di uno pneumatico. Concluse le soste obbligatorie, Cirò, subentrato a Costantini, raggiunge e supera Ponti che così passa secondo su Petrikov, mentre nel finale Viglione cede a Flaminio, subentrato a Cassarà.

SECONDA DIVISIONE. Tra i protagonisti in lotta tra le vetture 2.000, la gara vede subito scintille per Gaiofatto ritrovatosi nel mucchio di Supercopa e costretto a perdere posizioni. In testa sono Jolly, Coldani e Conte che al sesto giro riesce a superare la Honda del Kessel Racing. Concluse le soste obbligatorie, Pasquinelli, subentrato a Jolly, Gabbiani, subentrato a Coldani e Conte rispettano le posizioni del primo stint fino al 22esimo giro quando Conte vola fuori in piena scia della Civic di Gabbiani e lasciando così la terza posizione ad Arduini, subentrato a Gaiofatto, sulla Accord brutalizzata nel frontale dall’incidente al primo giro.

Così all'arrivo di Gara 2:

1) Roberto Colciago (Seat Leon 2.0 Turbo TFSI – 24h 4.0), 25 giri in 50’40.376
2) Bianchet (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 5.867
3) Cappellari (BMW M3 E92 3.2 – 24h 4.0) a 23.769
4) Belicchi-Cremonesi (BMW M3 E46 3.2 – 24H 4.0) a 46.349
5) Ferrato-Marrese (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 47.028
6) Necchi (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 1 giro
7) Meloni (BMW M3 E46 3.0 – 24h 3.0) a 1 giro
8) Costantini-Cirò (Seat Leon Supercopa – 24H SC) a 1 giro
9) Calderari-Mulacchiè (BMW M3 E92 4.0 – 24h 4.0) a 1 giro
10) Ponti (Seat Leon Supercopa – 24H SC) a 1 giro

Giro più veloce (21°) Colciago in 1’55.288 a 180.893 km/h

CLASSIFICHE CAMPIONATO PRIMA DIVISIONE (nelle parentesi vetture e classe di appartenenza)
BENZINA.
1) Roberto Colciago (Seat Leon Tfsi B/4.0), 161; 2) Bianchet (BMW M3 E46 B/4.0), 130; 3) Cappellari (BMW M3 E92 B/4.0), 128; 43) Necchi (BMW M3 E92 B/4.0), 109; 5) Bacci (BMW M3 E92 B/4.0), 89; 6) Gabbiani (BMW M3 E92 B/4.0), 69; 7) P. Meloni (BMW M3 E92 B/4.0), 64; 8) Bonamico (BMW M3 E92 B/4.0), 60; 8) Bellini (BMW M3 E92 B/4.0), 60;  10) W. Meloni (BMW M3 E46 B/3.0), 48.
B-Classe 4.0: 1) Colciago, 161; 2) Bianchet, 133; 3) Cappellari, 131.
B-Classe 3.0: 1) W. Meloni, 186.
B-Classe Supercopa: 1) Trevisiol, 132; 1) Zucchi, 132; 3) Costantini, 127; 4) Cirò, 127.
DIESEL. 1) Albanese (Seat Leon Tdi D/2.0), 169; 2) Giudici (BMW 330 D/3.0), 165.
D-Classe 3.5: 1) Giudici, 192.
D-Classe 2.0: 1) Albanese, 180.

CLASSIFICHE CAMPIONATO SECONDA DIVISIONE (nelle parentesi vetture e classe di appartenenza): 1) Baroncini (BMW 320 E36 – N 2.0), 84; 1) Vinella (BMW 320 E36 – N 2.0), 84; 3) Arduini (Honda Accord S2000 – 24h 2.0), 71; 4) G.Gabbiani (Honda Civic Type R - Accord S2000 24h 2.0), 55; 5) Aramis (Alfa 147 – N 2.0), 51; 6) Ferlito (Alfa 147 – N 2.0), 47; 7) Gaiofatto (Honda Accord S2000 – 24h 2.0), 43; 8) Claudio Gangemi (BMW 320 24h 2.0), 41; 8) Flavio Gangemi (BMW 320 24h 2.0), 41; 10) Cerruti (Fiat 500 Abarth 24h 2.0), 31; 10) Ferraris (Fiat 500 Abarth 24h 2.0), 10.
Classe 2.0 24HS: 1) Arduini, 71; Gabbiani G.M., 59; 3) Gaiofatto, 43.
Classe N 2.0: 1) Baroncini, 84; 1) Vinella, 84.
Classe ND 2.0: 1) Moretti (Alfa 159 Jtd), 6.

Data: 18 ott 2009 (23:12)


SOCIAL NETWORKS & LINK SHARING: FacebookDiggdel.icio.usTwitterMySpaceLiveGoogle BookmarksTechnoratiNetvibes

Voto: 2.6/5 (138 voti)

Diminuisci dimensione font Aumenta dimensione font      Stampa Aggiungi commento

ARCHIVIO NEWS 2009

18 ott : BACCI (BMW) E COLCIAGO (SEAT) SONO I VINCITORI DI MONZA

17 ott : MONZA - DOPPIA POLE PER PIERO NECCHI SU BMW M3 V8

27 set : MUGELLO - ROBERTO COLCIAGO E' CAMPIONE ITALIANO

26 set : MUGELLO - POLE NUMERO 13 PER ROBERTO COLCIAGO (SEAT LEON)

20 set : VITTORIA A VALLELUNGA PER FERRARIS-CERRUTI (FIAT) E ARDUINI-GABBIANI (HONDA)

19 set : ARDUINI-GABBIANI E FERRARIS-CERRUTI IN POLE A VALLELUNGA

06 set : AUDI E BMW VINCENTI A IMOLA - S'IMPONGONO DELLA VOLTA E BIANCHET

05 set : IMOLA - DOPPIA POLE DEL CAPOCLASSIFICA COLCIAGO

04 set : IL C.I.T.E. TORNA IN PISTA A IMOLA

03 ago : VARANO - DOMINIO HONDA, VITTORIE DI CAPELLI-GABBIANI E ARDUINI-BISI

01 ago : VARANO - DOPPIA POLE PER ARDUINI-BISI SU HONDA ACCORD

20 lug : MISANO - DOPPIETTA DI NECCHI-GABBIANI SU BMW M3

18 lug : MISANO - UN'ALTRA POLE PER ROBERTO COLCIAGO (SEAT LEON TFSI)

17 lug : A MISANO IL QUINTO ROUND DELLA STAGIONE

21 giu : MUGELLO - ROBERTO COLCIAGO VINCE ENTRAMBE LE GARE

20 giu : MUGELLO - ROBERTO COLCIAGO (SEAT LEON) DOMINA LE PROVE DI QUALIFICAZIONE

18 giu : AL MUGELLO IL QUARTO ROUND STAGIONALE

02 giu : NECCHI-GABBIANI (BMW M3) E CAPPELLARI (BMW M3) SVETTANO NELLE GARE DI VALLELUNGA

30 mag : DOPPIA POLE DI COLCIAGO SU SEAT A VALLELUNGA

28 mag : VALLELUNGA PREVIEW

11 mag : ADRIA - ROBERTO CONTE (BMW M3) E' IL VINCITORE DI GARA 2

09 mag : ADRIA - NICOLA BIANCHET (BMW M3) S'IMPONE IN GARA 1

09 mag : AD ADRIA IL SECONDO ROUND 2009

20 apr : ROBERTO COLCIAGO (SEAT LEON TSI) SVETTA IN GARA 2 A IMOLA

19 apr : IMOLA, GARA 1: LUCA CAPPELLARI SU BMW E' IL PRIMO VINCITORE DELLA STAGIONE

17 apr : A IMOLA IL VIA DELLA SECONDA STAGIONE DEL CITE

CALENDARIO 2009

19 aprile 2009 

 Imola

10 maggio 2009 

 Adria

31 maggio 2009 

 Vallelunga

21 giugno 2009 

 Mugello

19 luglio 2009 

 Misano

02 agosto 2009 

 Varano

06 settembre 2009 

 Imola2

20 settembre 2009 

 Vallelunga2

27 settembre 2009 

 Mugello2

18 ottobre 2009 

 Monza

Visualizza il calendario

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine