Stampa | Chiudi

» GPWC Holding (Grand Prix World Championship) discutono l’attuale situazione della Formula 1.

Ieri a Berlino il Gruppo del GPWC Holdings B.V. ha effettuato una riunione regolarmente stabilita. Il Gruppo ha confermato il proprio impegno per stabilizzare la Massima Serie nel mondo dello sport motoristico in cooperazione con i team che attualmente partecipano alla Formula 1. Il Gruppo ha considerato l’attuale situazione riguardante la proprietà della Formula 1 (SLEC). Alla luce del fatto che queste Banche, formalmente affiliate con il Kirch Group, detengono il controllo del 58% della quota del SLEC, il Gruppo ha nominato Goldman Sachs per iniziare le discussioni con i rappresentanti SLEC per determinare appena possibile se una transazione con gli azionisti potrebbe realizzare gli obbiettivi del GPWC. In parallelo il Gruppo ha formalmente approvato un dettagliato business plan per la creazione della Nuove Serie, da attuare non dopo il 2008. Questi piani sono creati per proteggere una stabilità di lunga durata ed il merito tecnico della più importante serie motoristica mondiale nonché per fornire un reddito sostanzialmente più alto alle squadre che partecipano al campionato. Un fondamentale aspetto dell’operazione sulla categoria, sarà la possibilità di lavorare con i team in un ambiente comprensibile e consensuale. GPWC parla anche dell’opportunità di discutere l’annuncio di mercoledi fatto dalla FIA relativo al "taglio dei costi" in Formula 1. I produttori sono favorevoli alla riduzione dei costi, ma la Formula 1 deve mantenere la sua caratteristica fondamentale cioè essere la vetrina del più elevato livello di tecnologia, un luogo in cui viene applicata la ricerca più avanzata. E’ anche importante che ogni cambio alle regole sia effettuato con sufficiente preavviso poiché è chiaro che ogni cambiamento aumenta inevitabilmente i costi, almeno a breve termine. Di conseguenza GPWC è scoraggiato dal notare che le misure di taglio di costo già proposte l'anno scorso dalle squadre in dicembre e sostenute dai fornitori sono state effettivamente in parte ignorate dalla FIA. Queste misure erano state ampiamente approvate essendo ragionevoli ed adeguate e senza dubbio avrebbero ridotto considerevolmente i costi e avevano aumentato lo spettacolo nella Formula 1. Mentre non crede che il contenuto ed il modo dell'esecuzione dei cambiamenti proposti mercoledì siano adeguati alla struttura contrattuale sotto la quale la Formula 1 funziona, GPWC è impegnato invece nelle risoluzioni a favore dello sport. Quindi GPWC chiederà alle squadre affiliate ai relativi membri di analizzare i meccanismi adatti disponibili loro, di accertarsi che i cambiamenti che potranno causare problemi per la Formula 1, le squadre ed i futuri piloti non siano effettuati. In più i cinque costruttori hanno discusso in senso positivo sul fornire - se necessario - motori a più squadre per garantire che non ci sia scarsità di motori nella formula 1 in futuro. GPWC inoltre è soddisfatto nel confermare che la Ferrari Spa ha sostituito la Fiat Spa come azionista e socio con BMW, DaimlerChrysler, Ford e Renault ed ha firmato insieme ai nuovi soci un memorandum d'intesa per una stretta collaborazione. -Nuvolari3000-

Data: 18 gen 2003 (01:17)