Stampa | Chiudi

» Schumacher-choc: "Non credo più alla Chiesa"

Michael Schumacher si scaglia contro la Chiesa: il numero uno della Formula Uno ha attaccato senza mezzi termini le istituzioni ecclesiastiche in una intervista alla rivista tedesca Bunte: "Rispetto quelli che sono contro la guerra in Iraq, ma la Chiesa? E' una delle istituzioni più ricche del mondo, predica l'aiuto cristiano ma accumula miliardi invece di distribuirli ai bisognosi. Non credo più alla Chiesa come istituzione".
Schumi non si ferma e anzi, rincara la dose: "Con quello che pago di tasse per la Chiesa si potrebbero aiutare molti bambini bisognosi. Io già lo faccio con l'Unesco e trovando un lavoro a chi ne ha bisogno, ma non sono cose che mi piace pubblicizzare, l'importante è farle" .
Il campione del mondo conclude poi con un cenno al futuro. "Il mio lavoro mi diverte ancora terribilmente, ma spesso penso a che cosa accadrebbe se non fosse più così. Se venissi superato dai miei colleghi, preferirei smettere prima. E lo farei se mia moglie me lo chiedesse, se fosse per me resterei ancora dieci anni nella Formula Uno, ma non ho voglia di entrare nella storia anche come il nonno delle corse".

Fonte:Datasport

Data: 28 feb 2003 (14:20)