Stampa | Chiudi

» Gp Brasile:Ferrari e McLaren, novità aerodinamiche

Ferrari e McLaren sono le uniche due monoposto che hanno iniziato la stagione con le vetture del 2002. Da un punto di vista tecnico, però, la F2002 e la MP4/17, finora le più convincenti in termini di prestazioni assolute, non sono che le lontane parenti delle auto che hanno esordito l'anno scorso.Tutti i particolari sono stati ottimizzati se non addirittura cambiati: quelle scese in pista a Melbourne e in Malesia sono autentiche macchine laboratorio in cui si sperimentano soluzioni da introdurre sulla F2003-GA e sulla MP4/18, auto che con ogni probabilità vedremo in pista dal prossimo GP di San Marino. Domenica a Interlagos le due rivali avranno ulteriori novità aerodinamiche che vi presentiamo con due animazioni:ormai siamo alla limatura dei più piccoli dettagli, ma questo è il bello della F.1.
Sfoghi Rossi - La Ferrari non ha cominciato bene il Mondiale,ma la F2002 resta una vettura di riferimento. A Maranello non si è mai trascurato il più piccolo particolare e anche domenica ne avremo la conferma. Gli sfoghi posteriori sono stati ridisegnati per garantire un doppio vantaggio: aumentare l'uscita d'aria calda dal retrotreno (con conseguente miglior raffreddamento del motore) e sfruttare gli stessi flussi per migliorare l'aerodinamica posteriore.
Ali Mclaren - L'anno scorso le Frecce d'argento hanno spesso pagato la scarsa efficienza aerodinamica.Ecco dunque che nello sviluppo della MP4/17 questo fattore è stato tenuto in grande considerazione:l'ultima evoluzione prevede nuovi profili alari posteriori non più dritti ma sagomati verso il centro: l'obiettivo è migliorare lo scorrimento dei flussi assicurando una maggiore aderenza al posteriore.

Fonte:Gazzetta.it

Data: 02 apr 2003 (15:41)