Stampa | Chiudi

» TODT MANDA IN PENSIONE LA F2002

La F2002 è pronta per la pensione. A confermarlo è Jean Todt, che ora più che mai difende la scelta di utilizzare
la vecchia Ferrari nel GP di San Marino.
"E' stata giusta. Questo risultato stupirà la gente che non ha capito niente del nostro mondo. Noi non siamo
affatto stupiti della F2002. Ora prepariamo la F2003-GA per Barcellona. Vinciamo anche lì, si dirà che siamo tornati grandi. Se non vinciamo si dirà che siamo dei deficienti. Va così".

La F2002 rimane la monoposto che ha vinto di più nella storia della Ferrari. Prosegue Todt: "Finora solo per qualche strano motivo non avevamo sfruttato le precedenti pole. ha potuto sfruttare in gara questa posizione. I concorrenti progrediscono. Come è progredita la Bridgestone. In un pacchetto forte, l'importanza delle gomme si è vista anche a Imola".
I primi test per stabilire se la nuova Ferrari sarà pronta per l'esordio in Spagna dovranno essere fatti senza il contributo di Michael Schumacher, in tristi faccende affacendato. "Ci manca molto" ammette Todt, "ma abbiamo Barrichello, Badoer e Massa. Il loro giudizio è quello di tre grandi professionisti. Ci basta".
Infine un commento sulle nuove regole: "Non so se sia giusto che la Ferrari abbia preso 16 punti e chi è arrivata seconda e quinta ne guadagni 12. Forse la differenza è poca. Ma la nuova regola voleva evitare che si ripetesse un dominio come l'anno scorso. A me importa che siamo tornati a vincere. Le regole sono state proposte e noi le accettiamo. Cercheremo di essere capaci di adattarci. Ma voglio chiarire che non è vero che ci sia stata unanimità nella scelta di avere un solo tipo di gomme da pioggia. Eravamo contrari in quattro. E uno di questi era un team gommato Michelin".

Fonte : Datasport

Data: 22 apr 2003 (10:49)