Stampa | Chiudi

» BARICHELLO SPEGNE 31 CANDELINE

Quando firmò con la Ferrari, Rubens Barrichello sperava di riuscire a giocare ad armi pari con Michael Schumacher. Dal suo debutto in "rosso", il 12 marzo 2000 a Melbourne, è riuscito tuttavia ad accumulare solamente cinque vittorie e ben 13 secondi posti, quasi sempre alle spalle del titolato collega. Con il tempo, e con l'età, il pilota brasiliano ha acquisito parecchia esperienza, e a 31 anni, che compie proprio oggi, è diventato uno dei migliori piloti del Gran Circo. Anche se i suoi detrattori affermano che le sue qualità sono notevolmente aiutate da una vettura di livello superiore.
Rubens doveva diventare il nuovo Senna, per tutto il Brasile, che pur amandolo non riesce però a dimenticare il grande campione. Barrichello ha debuttato nella F1 a bordo di una Jordan, nel 1993 a Kyalami. Nei quattro anni passati con la scuderia, non ha mai ottenuto vittorie, chiudendo in anticipo la maggior parte delle gare. Il triennio con la Stewart non è stato migliore, ma gli ha permesso di mettersi in evidenza. Poi il passaggio a Maranello, che gli ha permesso di diventare uno dei piloti più regolari, ma anche sfortunati, della F1. Per una ragione o per un'altra, Rubens infatti ha perso l'occasione di salire più spesso sul podio. Colpa sua, per la troppa irruenza, o dei box, in ritardo su banali interventi.
Ed il suo futuro, almeno immediato, si chiama ancora Ferrari. Il suo contratto scadrà nel 2004. Ancora un anno quindi per pensare ad un eventuale ritiro o per decidere di tentare la sorte a bordo di un'altra monoposto.

Fonte:Datasport

Data: 23 mag 2003 (15:19)