EVENTI




Caricamento del calendario
in corso...


CATEGORIE

FORMULA UNO News Gallery Calendario Classifica GP2 FIA GT1 WTCC GT OPEN WORLD SERIES F.RENAULT AUTO GP RALLY ITALIA FERRARI CHALLENGE TROFEO GRANTURISMO MC C.I. SUPERSTARS CAMPIONATO ITALIANO GT C.I. TURISMO ENDURANCE C.I. PROTOTIPI C.I. VELOCITą MONTAGNA CLIO CUP ITALIA EUROCUP FR 2.0 FORMULA RENAULT 2.0 ITA C.I. FORMULA 3 C.I. FORMULA ABARTH FORMULA JUNIOR MONZA KARTING ALTRE CATEGORIE ARCHIVIO

INFORACE

Regolamenti CSAI Organi Competenti Brevetti e Licenze Consigli Utili

MEDIABOX

Links motorsport Comunicati Ferrari

SERVICES

Annunci Feed Rss News sul tuo sito

> HOME > NEWS FORMULA UNO


Archivio storico: 2002 | 2003 | 2004 | 2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012

SEZIONI INTERNE: NEWS | GALLERY | CALENDARIO | CLASSIFICA

» GP DEL CANADA - HAMILTON VINCE E SI PORTA IN TESTA AL CAMPIONATO

Continua l’incredibile sequenza che vede un diverso vincitore in ognuno dei Gran Premi di questa stagione. Lewis Hamilton, al volante della McLaren, è stato il settimo pilota a vincere il settimo appuntamento del Mondiale. A fargli compagnia nella classica celebrazione post gara, due piloti alla seconda apparizione sul podio nel 2012, Romain Grosjean secondo con la Lotus, e Sergio Perez, terzo con la Sauber.

Dopo la migliore qualifica della stagione e un’ottima partenza nella gara di quest’oggi, la Scuderia Ferrari sperava in un risultato migliore del quinto posto finale conquistato da Fernando Alonso e della decima piazza di Felipe Massa nel Gran Premio del Canada. Invece la mossa dello spagnolo di adottare una strategia di un solo pit-stop, che sembrava potesse permettergli di salire sul gradino più alto del podio, è stata vanificata dall’elevato degrado delle gomme registratosi con le alte temperature. I primi giri, invece, suggerivano che un podio potesse essere alla portata di Massa. Un testacoda, però, metteva fine alle speranze del pilota brasiliano, che concludeva in decima posizione.

Un pomeriggio assolato e rovente quello all’Ile Notre Dame quando le 24 vetture prendevano il via, con Alonso che si avviava dalla terza posizione in seconda fila e Massa dalla sesta in terza fila. Alle spalle di Webber (Red Bull), Massa metteva subito pressione su Rosberg in quinta posizione: il pilota Mercedes, infatti, perdeva terreno dal quartetto di testa, bloccando il brasiliano e i piloti alle sue spalle, a partire da Di Resta (Force India) che aveva avuto la meglio su Grosjean (Lotus) dopo il via.
Al termine del secondo giro, il pilota Ferrari superava Rosberg e si metteva alla caccia di Webber. In testa, l’autore della pole position Vettel (Red Bull) guidava la corsa con un vantaggio di 1,4 secondi sulla McLaren di Hamilton, con Alonso a soli 7 decimi dall’inglese alla quinta tornata. Al sesto giro sfortunatamente Massa andava in testacoda alla prima curva, scivolando in dodicesima posizione alle spalle di Kobayashi.

Il pilota brasiliano era il primo a fermarsi per il cambio gomme alla tredicesima tornata, rientrando in pista in ventesima posizione. Anche Di Resta e Schumacher rientravano ai box, entrambi per montare gomme Soft in vista di un lungo stint. Al giro 16 era la volta di Button compiere il proprio pit-stop, mentre il trio di testa era molto compatto.
Fermandosi al 17esimo giro, Vettel lasciava la testa della corsa a Hamilton davanti ad Alonso. Era poi la volta del pilota McLaren effettuare il cambio gomme, mentre Massa intanto si issava in tredicesima posizione.
Alonso entrava ai box dalla prima posizione al giro 19 per montare pneumatici Prime, ritornando in pista sia davanti a Hamilton che Vettel. Con le gomme del pilota spagnolo però non ancora sufficientemente in temperatura, e la McLaren abbastanza vicina per poter usare il DRS, Hamilton superava nuovamente la Ferrari.
Adesso era la Red Bull di Vettel a riempire gli specchietti di Alonso. Con l’ingresso ai box di Grosjean al 22esimo giro, la classifica vedeva Hamilton in testa davanti ad Alonso, Vettel, Raikkonen con la Lotus e le due Sauber di Kobayashi e Perez che ancora dovevano effettuare il cambio gomme, poi Webber settimo, mentre Massa era risalito fino all’undicesima posizione, per poter diventare nono e con un ritmo sul giro più rapido dei piloti che lo precedevano.

Al 32esimo dei 70 giri di gara, Raikkonen in quarta e Perez in quinta posizione erano gli unici due piloti di testa a non aver ancora effettuato il pit-stop. Button, nel frattempo, era in difficoltà con le Super Soft e rientrava per un nuovo set di gomme Option. Alla 39esima tornata Rosberg andava nuovamente ai box con la Mercedes, il che vedeva Massa avanzare all’ottavo posto con 31 giri al termine.
In testa, Alonso perdeva gradualmente terreno nei confronti del leader della corsa Hamilton, mentre la minaccia di Vettel alle sua spalle era ormai svanita.

Alla 40esima tornata Raikkonen finalmente effettuava il suo pit-stop con la Lotus, rientrando ottavo alle spalle di Massa, settimo con la F2012. Perez portava invece la sua Sauber in pit-lane per il cambio gomme al 41esimo passaggio, per quella che sembrava una strategia di un sola fermata ai box.

Al giro 50 Alonso aveva decisamente recuperato nei confronti della McLaren di Lewis Hamilton, con la Ferrari che si ritroverà in testa nel momento in cui Hamilton effettuerà il suo secondo cambio gomme, rientrando in terza posizione alle spalle di Vettel.
Con la Ferrari e la Red Bull che sembravano a questo punto avviate a vedere il traguardo senza più fermarsi ai box, il passo di Hamilton era comunque tale da potergli permettere di riprendere i due avversari. Il secondo pit-stop di Webber alla 53sima tornata promuoveva Massa in quinta posizione.

Con il passare dei giri, l’impressione era che l’intenzione dei due di testa, Alonso e Vettel, fosse di trattare con estrema cura i propri pneumatici fino alla bandiera a scacchi. Nel frattempo, invece, Massa si trovava attaccato da Rosberg (che tagliava l’ultima chicane nel tentativo di superare il brasiliano) e da Perez con la Sauber, entrambi con gomme più fresche rispetto al pilota Ferrari. Massa, comunque, resisteva, ma solo per un giro, dato che Perez, dopo aver superato Rosberg, aveva la meglio sul brasiliano che scivolava in sesta posizione.
Le gomme della Ferrari erano chiaramente degradate e Massa era costretto a rientrare per pneumatici più freschi alla 58esima tornata, riprendendo la via della pista in decima posizione.
Al giro 61, la minaccia di Hamilton si faceva più consistente: grazie al suo nuovo set di gomme si avvicinava fino ad attaccarsi al cambio di Vettel. Alla 62esima tornata, attivando il KERS e il DRS, il pilota McLaren superava il tedesco, mettendosi alla caccia di Fernando quando mancavano solo otto passaggi al termine.
Hamilton non impiegava molto per avventarsi sul retrotreno della F2012, mentre Vettel decideva di imboccare la corsia box per un cambio gomme molto ritardato.
Eroica la prestazione di Alonso, ma che si rivelava purtroppo non sufficiente dato che l’inglese andava in testa a una manciata di giri dalla fine. A questo punto, Grosjean aveva portato la Lotus all’ultima posizione a podio rimasta, girando circa due secondi al giro più veloce di Alonso, mentre Perez era quanto davanti a Vettel. Massa, invece, era in zona punti con la decima posizione.

Alonso
era protagonista di un'altra lotta, con il francese che si faceva sempre più vicino, e a quattro giri dalla bandiera a scacchi il pilota Ferrari scivolava sul gradino più basso del podio. Perez, intanto, girava ben tre secondi più veloce della F2012, e il distacco tra il pilota Sauber e quello Ferrari si era ridotto a sei secondi. A due giri dalla fine Perez scalzava Alonso dal podio: adesso era Vettel a essere quatto secondi più rapido del ferrarista, e ben presto gli si faceva sotto, superandolo. Alonso lottava tenacemente fino alla fine, riuscendo a tenere a bada Nico Rosberg per il quinto posto finale. Massa, infine, artigliava la decima posizione e l’ultimo punto a disposizione.

Così all'arrivo del GP del Canada:

1. Lewis Hamilton - McLaren - 70 giri in 1h32:29.586
2. Romain Grosjean - Lotus - a 2.513
3. Sergio Perez - Sauber - a 5.260
4. Sebastian Vettel - Red Bull - a 7.295
5. Fernando Alonso - Ferrari - a 13.411
6. Nico Rosberg - Mercedes - a 13.842
7. Mark Webber - Red Bull - a 15.085
8. Kimi Räikkönen - Lotus - a 15.567
9. Kamui Kobayashi - Sauber - a 24.432
10. Felipe Massa  - Ferrari - a 25.272
11. Paul di Resta - Force India - a 37.693
12. Nico Hülkenberg - Force India - a 46.236
13. Pastor Maldonado - Williams - a 47.052
14. Daniel Ricciardo - Toro Rosso - a 1:04.475
15. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso - a 1 giro
16. Jenson Button - McLaren - a 1 giro
17. Bruno Senna - Williams - a 1 giro
18. Heikki Kovalainen - Caterham - a 1 giro
19. Vitaly Petrov - Caterham - a 1 giro
20. Charles Pic - Marussia - a 3 giri
Non classificati
Timo Glock - Marussia - a 14 giri
Michael Schumacher - Mercedes - a 27 giri
Pedro de la Rosa - HRT - a 46 giri
Narain Karthikeyan - HRT -a 48 giri

Data: 10 giu 2012 (22:34)


SOCIAL NETWORKS & LINK SHARING: FacebookDiggdel.icio.usTwitterMySpaceLiveGoogle BookmarksTechnoratiNetvibes

Voto: 2.5/5 (26 voti)

Diminuisci dimensione font Aumenta dimensione font      Stampa Aggiungi commento

ARCHIVIO NEWS 2012

29 lug : GP D'UNGHERIA - TERZA POLE STAGIONALE PER LEWIS HAMILTON

22 lug : GP DI GERMANIA - FERNANDO ALONSO TRIONFA CON LA ROSSA A HOCKENHEIM

08 lug : GP DI GRAN BRETAGNA - WEBBER VINCE DAVANTI AD ALONSO

25 giu : GP D'EUROPA - IL TRIONFO DI FERNANDO ALONSO

10 giu : GP DEL CANADA - HAMILTON VINCE E SI PORTA IN TESTA AL CAMPIONATO

09 giu : GP DEL CANADA - SEBASTIAN VETTEL IN POLE A MONTREAL

09 giu : GP DEL CANADA - HAMILTON AL TOP NELLE LIBERE DEL VENERDI'

27 mag : GP DI MONACO - MARK WEBBER BRILLANTE SULLE STRADE DEL PRINCIPATO

26 mag : GP DI MONACO - SCHUMACHER E' IL PIU' VELOCE, MA LA POLE PASSA A WEBBER

13 mag : GP DI SPAGNA - PASTOR MALDONADO, IL PRIMO VENEZUELANO A VINCERE IN F1

13 mag : GP DI SPAGNA - HAMILTON PERDE LA POLE, MALDONADO E ALONSO IN PRIMA FILA

09 mag : A FIORANO IL RICORDO IN PISTA DI GILLES VILLENEUVE

22 apr : GP DEL BAHRAIN - PRIMO SUCCESSO DELLA STAGIONE PER IL CAMPIONE IN CARICA SEBASTIAN VETTEL

22 apr : PARATA DI FERRARI NEL CIRCUITO DI SAKHIR

21 apr : GP DEL BAHRAIN - VETTEL IN POLE DAVANTI AGLI SPALTI DESERTI

20 apr : GP DEL BAHRAIN - ROSBERG PROTAGONISTA DELLE PROVE LIBERE

17 apr : LA FERRARI IN BAHRAIN PER RISCATTARSI DALLA DELUSIONE DI SHANGHAI

15 apr : GP DELLA CINA, GARA - VITTORIA STORICA PER NICO ROSBERG E LA MERCEDES

14 apr : GP DELLA CINA - SORPRENDENTI MERCEDES, ROSBERG IN POLE DAVANTI A SCHUMACHER

13 apr : GP DELLA CINA - MICHAEL SCHUMACHER DAVANTI A TUTTI NELLE LIBERE DEL VENERDI'

03 feb : NEVE A MARANELLO, LA F2012 PRESENTATA ON LINE

CALENDARIO 2012

18 marzo 2012 

 Australia (Melbourne)

25 marzo 2012 

 Malesia (Kuala Lumpur)

15 aprile 2012 

 Cina (Shanghai)

22 aprile 2012 

 Bahrain (Sakhir)

13 maggio 2012 

 Spagna (Catalunya)

27 maggio 2012 

 Monaco (Monte Carlo)

10 giugno 2012 

 Canada (Montreal)

24 giugno 2012 

 Europa (Valencia)

08 luglio 2012 

 Gran Bretagna (Silverstone)

22 luglio 2012 

 Germania (Hockenheim)

29 luglio 2012 

 Ungheria (Budapest)

02 settembre 2012 

 Belgio (Spa-Fracnorchamps)

09 setembre 2012 

 Italia (Monza)

23 settembre 2012 

 Singapore

07 ottobre 2012 

 Giappone (Suzuka)

14 ottobre 2012 

 Corea (Yeongam)

28 ottobre 2012 

 India (New Delhi)

04 novembre 2012 

 Abu Dhabi (Yas Marina)

18 novembre 2012 

 USA (Austin)

25 novembre 2012 

 Brasile (Sao Paulo)

Visualizza il calendario

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine

LINKS DELLA COMMUNITY

» Felipe Massa - Sito web ufficiale

» Giancarlo Fisichella - Website Ufficiale

» Kimi Raikkonen - Website Ufficiale

Proponi un link anche tu