EVENTI




Caricamento del calendario
in corso...


CATEGORIE

FORMULA UNO GP2 FIA GT1 WTCC GT OPEN WORLD SERIES F.RENAULT AUTO GP RALLY ITALIA FERRARI CHALLENGE TROFEO GRANTURISMO MC C.I. SUPERSTARS CAMPIONATO ITALIANO GT News Gallery Calendario Classifica Regolamento C.I. TURISMO ENDURANCE C.I. PROTOTIPI C.I. VELOCITà MONTAGNA CLIO CUP ITALIA EUROCUP FR 2.0 FORMULA RENAULT 2.0 ITA C.I. FORMULA 3 C.I. FORMULA ABARTH FORMULA JUNIOR MONZA KARTING ALTRE CATEGORIE ARCHIVIO

INFORACE

Regolamenti CSAI Organi Competenti Brevetti e Licenze Consigli Utili

MEDIABOX

Links motorsport Comunicati Ferrari

SERVICES

Annunci Feed Rss News sul tuo sito

> HOME > NEWS CAMPIONATO ITALIANO GT


Archivio storico: 2003 | 2004 | 2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012

SEZIONI INTERNE: NEWS | GALLERY | CALENDARIO | CLASSIFICA

» MAGIONE - PORSCHE, AUDI E FERRARI SI SPARTISCONO LA GLORIA

Al termine di quattro gare molto combattute, vittorie di Cordoni-Ruberti e Sonvico-Bonanomi(GT3), Coggiola-Coggiola (GT2), Mastronardi-Fornaroli e Malucelli-Pierleoni (GT Cup),  Lasagni-Foglio e Tiziano Cappelletti (GT4).

Una vittoria a testa per Porsche e Audi nella classe GT3 a Magione dove si è disputato il 3° appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo. In gara-1, riservata alle classi GT2,GT3 e GT4 l'equipaggio Cordoni-Ruberti, al volante della Porsche GT3R (Autorlando) ha preceduto le due Audi R8 LMS di Capello-Cicognani e Sonvico-Bonanomi. Questi ultimi si sono rifatti in gara-2 dove sono saliti sul gradino più alto del podio davanti a Cordoni-Ruberti e ai compagni di squadra Capello-Cicognani.

Nella classe  GT2 doppia vittoria per i fratelli Coggiola (Porsche RSR), mentre nella GT4 si sono imposte le Ginetta G 50 di  Lasagni-Foglio e di Tiziano Cappelletti.

Nella GT Cup, dominio Porsche in gara-1 con tre coupè della casa tedesca sul podio. La vittoria è andata a Fornaroli-Mastronardi davanti a Passuti-Gagliardini e Iacone-Tavano, mentre in gara-2 si è imposta la Ferrari F 430 di Malucelli-Pierleoni che ha preceduto le Lamborghini Gallardo di Sanna-Stancheris e Livio-Piccini.

Gara 1 GT2-GT3-GT4
Al via il poleman Capello prendeva subito la testa della gara davanti a Cordoni che nei primi metri scavalcava Sonvico. Rossetto, quarto e primo della GT2, aveva la meglio su Coggiola. Nella GT4 Lasagni, sesto, precedeva Limonta e tutti gli altri piloti della classe.

Al terzo giro Coggiola riprendeva la leadership della GT2, mentre Capello allungava su Cordoni, bravo, comunque, a contenere i numerosi attacchi di Sonvico. Al dodicesimo passaggio, però, il portacolori dell'Autorlando doveva cedere la posizione al pilota lombardo che si portava alle spalle del suo compagno di squadra. Nella GT2 Coggiola si confermava davanti a Rossetto, mentre nella GT4 Lasagni continuava la sua cavalcata vincente su Limonta.

Poco prima dell'apertura della corsia box per i  cambi pilota, Sonvico si girava lasciando a Cordoni la piazza d'onore. Al rientro in pista di tutti i piloti, Cicognani, subentrato a Capello, si ritrovava al comando con un vantaggio di oltre 23 secondi su Ruberti, che aveva preso il volante da Cordoni. Terzo era Bonanomi, subentrato a Sonvico, che precedeva Coggiola, ancora primo della GT2, Geri e Foglio che, succeduto a Lasagni, si confermava leader della GT4.

Ma la gara  si accendeva nella seconda parte, grazie ad un velocissimo Ruberti che, giro dopo giro, si avvicinava al leader della corsa. Anche a causa dei doppiati Cicognani perdeva ulteriore terreno facendosi avvicinare pericolosamente  da Ruberti negli ultimi giri.

Sul traguardo il portacolori di Audi Sport Italia riusciva a contenere la rimonta del pilota dell'Autorlando, ma una penalizzazione di 1'65 per cambio non regolamentare retrocedeva Cicognani in seconda posizione, consegnando la vittoria a Ruberti. Terzo era Bonanomi che precedeva Coggiola, primo della GT2, Geri e Foglio, vincitore della GT4 davanti a Saggese e Donativi.

Gara 2 GT2-GT3-GT4
Al via Ruberti prendeva subito il comando delle operazioni seguito da Bonanomi, Cicognani e Coggiola, primo della GT2. Al quinto giro la gara entrava in regime di safety car per permettere il recupero sulla sabbia delle vetture di Guazzini e Frazza. Al restart il portacolori dell'Autorlando iniziava nuovamente la sua cavalcata al comando davanti a Bonanomi, Cicognani, Coggiola, Geri e Saggese, primo della GT4. L'apertura della corsia box vedeva Ruberti al comando con un vantaggio di oltre cinque secondi sugli inseguitori, che permetteva al suo coequipier Cordoni di confermarsi al comando davanti a Sonvico e Capello, subentrati, rispettivamente, a Bonanomi e Cicognani. Victor Coggiola, quarto assoluto, rafforzava la leadership della GT2 su Rossetto, mentre Cappelletti, dopo essere partito dall'ultima fila dello schieramento prendeva il comando della classe GT4 precedendo Emiliani e Lasagni.

Nonostante un vantaggio di oltre dieci secondi su Sonvico, Cordoni affrontava con grinta la  seconda parte di gara anche perché dalla direzione corsa arrivava la comunicazione di  una sua penalizzazione di 3'8 per cambio pilota non corretto. La gara, così, si riapriva con Sonvico e Capello che, giro dopo giro, guadagnavano sul portacolori dell'Autorlando. Quest'ultimo cedeva virtualmente il comando della gara al 35° passaggio a favore di Sonvico, mentre Capello doveva abbandonare ogni velleità di superare il suo avversario per il dechappamento  di un pneumatico.

Sotto alla bandiera a scacchi Cordoni tagliava per primo i traguardo, ma in virtù della penalizzazione era Sonvico a salire sul gradino più alto del podio. Terzo assoluto e primo della GT2 si classificava Coggiola davanti a Rossetto, Capello, terzo della GT3 nonostante l'inconveniente al pneumatico, e Cappelletti che si aggiudicava la classe GT4 su Emiliani e Lasagni.

Gara 1 GT Cup
La gara si accendeva sin dal via con Sanna che non aveva problemi a prendere la testa, ma alle sue spalle un contatto alla  prima curva tra Iacone e Passuti faceva retrocedere il pilota del Team Antonelli in undicesima posizione. A sfruttare la bagarre era un ottimo Fornaroli che si portava in seconda posizione davanti a Iacone, Basov, Bellini, Livio, Del Monte e Pierleoni.

A mettersi subito in evidenza era Livio che dapprima scavalcava Bellini, poi, con un sorpasso deciso, aveva la meglio su Basov, guadagnando la quarta piazza. Al sesto giro, era la volta di Iacone che superava Fornaroli e si portava alle spalle del leader Sanna.

Dopo la bagarre del primo giro, Passuti si cimentava in una rabbiosa rimonta portandosi all'11° giro alle spalle di Basov, Bellini e Del Monte. I quattro piloti davano vita per diversi giri ad un bel duello che vedeva il pilota russo confermare la sua ottima quinta piazza.

Al rientro in pista di tutti i piloti dopo i cambi pilota era Mastronardi, succeduto a Fornaroli a ritrovarsi al comando davanti a Tavano, subentrato a Iacone, mentre Stancheris, che aveva preso il volante da Sanna, doveva scontare la penalizzazione scivolando così in terza posizione. Quarto era Gagliardini, subentrato a Passuti, che si inseriva davanti a Baccani, Kruglyk e Malucelli.

Al 30° giro Stancheris attaccava la seconda posizione di Tavano. I due si toccavano, ma ad avere la peggio era il pilota del Team Imperiale che doveva ritirarsi poco dopo per un problema elettrico. Tavano, invece, retrocedeva di una posizione e cedeva  la seconda piazza a Gagliardini. Quarto era Baccani che precedeva Malucelli, Piccini e Kruglyk, che nel finale aveva la meglio sul pilota del Team Mik Corse penalizzato dalla rottura di un tubo idraulico.

Sul traguardo Mastronardi andava a cogliere la prima vittoria stagionale davanti a Gagliardini,Tavano, Baccani, Malucelli, Kruglik e Piccini.

Gara-2 GT Cup
La gara, che registrava una doppia partenza ed il ritiro di Tavano per la rottura del radiatore, si accendeva sin dalle prime battute con Piccini che prendeva subito il comando davanti a Mastronardi, mentre Malucelli e Gagliardini davano vita ad un acceso duello per la terza posizione. Ad avere la meglio era il pilota forlivese che in fondo al rettifilo dopo un leggero contatto superava il portacolori del Team Antonelli. Alle loro spalle si inserivano Baccani, Stancheris, Zanardini e Kruglyk.

All'undicesimo passaggio Gagliardini  scavalcava Malucelli portandosi in terza posizione, mentre Zanardini usciva di pista  abbandonando la settima piazza.

Con Piccini al comando per appena quattro decimi su Mastronardi e tre secondi su Gagliardini, si apriva la finestra sui cambi pilota, al cui termine si registrava una situazione del tutto rivoluzionata.  A portarsi al comando, infatti, era Pierleoni, subentrato a Malucelli, che precedeva Bellini, Livio, Sanna e Fornaroli, mentre Passuti, che avrebbe dovuto prendere il volante da Gagliardini, non ripartiva dalla corsia box per la rottura del radiatore. La gara si accendeva ulteriormente con Bellini che per diversi giri ed in più occasioni tentava di superare Pierleoni, ma il portacolori della Scuderia 27-Baldini Mode riusciva sempre a rintuzzare gli attacchi. Nel corso di uno di questi al 30° passaggio, Bellini si girava perdendo due posizioni a favore di Livio e Sanna. Quest'ultimo al 33° giro si portava in seconda piazza ma ormai il leader della corsa era troppo lontano per tentare un ennesimo attacco. Sotto alla bandiera a scacchi Pierleoni precedeva, così, Sanna, Livio e Bellini, mentre Fornaroli, quinto, chiudeva davanti a Del Monte e Basov.

Così all'arrivo di Gara 1 GT2-GT3-GT4:

1. Cordoni-Ruberti (Porsche GT3R-GT3) 49'15.387
2. Capello-Cicognani (Audi R8 LMS-GT3) a 0.541
3. Sonvico-Bonanomi (Audi R8 LMS-GT3) a 17.894
4. Coggiola-Coggiola (Porsche RSR-GT2) a 1 giro
5. Rossetto-Geri (Ferrari F 430-GT2) a 1 giro
6. Lasagni-Foglio (Ginetta G50-GT4) a 3 giri
7. Emiliani-Saggese (Ginetta G50-GT4) a 3 giri
8. Brambati-Donativi (Porsche Cayman-GT4) a 3 giri
9. Limonta-Alberghino (Ginetta G50-GT4) a 4 giri
10. Maranelli-Frazza (Ginetta G50-GT4) a 4 giri

Così all'arrivo di Gara 1 GT Cup: 

1. Fornaroli-Mastronardi (Porsche 997) 50'18.256
2. Passuti-Gagliardini (Porsche 997) a 3.35
3. Iacone-Tavano (Porsche 997) a 16.068
4. Bellini-Baccani (Porsche 997) a 16.221
5. Malucelli-Pierleoni (Ferrari F 430) a 19.083
6. Basov-Kruglyk (Porsche 997) a 30.051
7. Livio-Piccini (Lamborghini Gallardo) a 36.790
8. Bernasconi-De Pasquale (Ferrari F 430) a 52.041
9. Romani-Del Monte (Porsche 997) a 1'07.215
10. Casè-Carboni (Ferrari F430) a 1 giro

Così all'arrivo di Gara 2 GT2-GT3-GT4:

1. Sonvico-Bonanomi (Audi R8 LMS-GT3) 49'29.786
2. Cordoni-Ruberti (Porsche GT3R-GT3) a 2.244
3. Coggiola-Coggiola (Porsche RSR-GT2) a 46.323
4. Rossetto-Geri (Ferrari F 430-GT2) a 1 giro
5. Capello-Cicognani (Audi R8 LMS-GT3) a 2 giri
6. Cappelletti (Ginetta G50-GT4) a 2 giri
7. Emiliani-Saggese (Ginetta G50-GT4) a 2 giri
8. Lasagni-Foglio (Ginetta G50-GT4) a 2 giri
9. Limonta-Alberghino (Ginetta G50-GT4) a 2 giri
10. Brambati-Donativi (Porsche Cayman-GT4) a 2 giri

Così all'arrivo di Gara 2 GT Cup:

1. Malucelli-Pierleoni (Ferrari F 430) 49'25.989
2. Sanna-Stancheris (Lamborghini Gallardo) a 4.010
3. Livio-Piccini (Lamborghini Gallardo) a 7.453
4. Bellini-Baccani (Porsche 997) 9.386
5. Fornaroli-Mastronardi (Porsche 997) a 25.710
6. Romani-Del Monte (Porsche 997) a 34.205
7. Basov-Kruglyk (Porsche 997) a 53.724
8. Cerati-Nattoni (Ferrari F 430) a 1 giro
9. Bernasconi-De Pasquale (Ferrari F 430) a 1 giro
10. Castellano-Silvestri (Porsche 997) a 2 giri

Classifica Campionato Italiano GT2: 1. Victor e Giovanni Coggiola 110; 3. Rossetto e Geri 70.

Classifica Campionato Italiano GT3: 1. Bonanomi e Sonvico 102; 3. Cordoni 87; 4. Cicognani 77; 5. Ruberti 75; 6. Capello 57; 7. Cola, Di Benedetto e Merendino 20; Camathias 12

Classifica Campionato Italiano GTCup: 1. Malucelli e Pierleoni 76; 3. Sanna, Stancheris 58; 5. Piccini e Livio 56; 7. Fornaroli e Mastronardi 54; 9. Passuti e Gagliardini 48

Classifica Trofeo Nazionale Csai GT4: 1. Cappelletti 84; 2. Lasagni e Foglio 64; 4. Pozzi 60; 5. Frazza e Maranelli 56; 7. Donativi e Brambati 46; 9. Saggese e Emiliani 45

Data: 19 giu 2011 (22:39)


SOCIAL NETWORKS & LINK SHARING: FacebookDiggdel.icio.usTwitterMySpaceLiveGoogle BookmarksTechnoratiNetvibes

Voto: 2.7/5 (104 voti)

Diminuisci dimensione font Aumenta dimensione font      Stampa Aggiungi commento

ARCHIVIO NEWS 2011

11 dic : CONFERMATO IL CALENDARIO 2012 DEL TRICOLORE GT

07 nov : LE DATE DEL CALENDARIO GARE 2012

05 ago : MUGELLO - CORVETTE, AUDI E PORSCHE PROTAGONISTE DELLE 3 GARE

31 lug : AL MUGELLO SFIDA CORVETTE-AUDI: DI BENEDETTO E CAPELLO IN POLE POSITION

17 lug : IMOLA - L'AUDI DI CAPELLO E CICOGNANI DAVANTI A TUTTI IN GARA 2

16 lug : IMOLA, GARA 1 - PRIMO SUCCESSO DELLA STAGIONE PER MERENDINO-DI BENEDETTO SU CORVETTE

15 lug : IMOLA PREVIEW

19 giu : MAGIONE - PORSCHE, AUDI E FERRARI SI SPARTISCONO LA GLORIA

18 giu : QUATTRO GARE IN PROGRAMMA PER IL ROUND DI MAGIONE

05 giu : PORSCHE E LAMBORGHINI IN DUELLO, GRANDE SPETTACOLO A MISANO

03 giu : 25 EQUIPAGGI A MISANO PER IL SECONDO ROUND 2011

17 apr : VALLELUNGA - DEBUTTO CON DOPPIETTA PER L'AUDI DI BONANOMI-SONVICO

16 apr : VALLELUNGA - POLE POSITION PER LE AUDI R8 LMS DI CAPELLO E BONANOMI

14 apr : SI SCALDANO I MOTORI PER L'ESORDIO STAGIONALE DI VALLELUNGA

09 apr : STAGIONE 2011: QUASI 30 EQUIPAGGI PRONTI AL DEBUTTO DI VALLELUNGA

14 mar : IL TEAM IMPERIALE CON SANNA-STANCHERIS E LA LAMBORGHINI GALLARDO GT CUP

14 mar : IL TEAM MALUCELLI AL VIA DELLA STAGIONE 2011

CALENDARIO 2011

17 aprile 2011 

 Vallelunga (ITA)

05 giugno 2011 

 Misano (ITA)

19 giugno 2011 

 Magione (ITA)

17 luglio 2011 

 Imola (ITA)

31 luglio 2011 

 Mugello (ITA)

18 settembre 2011 

 Vallelunga2 (ITA)

02 ottobre 2011 

 Mugello2 (ITA-GTCUP)

16 ottobre 2011 

 Monza (ITA)

Visualizza il calendario

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine