EVENTI




Caricamento del calendario
in corso...


CATEGORIE

FORMULA UNO GP2 FIA GT1 WTCC GT OPEN WORLD SERIES F.RENAULT AUTO GP RALLY ITALIA FERRARI CHALLENGE TROFEO GRANTURISMO MC News Gallery Calendario Classifica C.I. SUPERSTARS CAMPIONATO ITALIANO GT C.I. TURISMO ENDURANCE C.I. PROTOTIPI C.I. VELOCITą MONTAGNA CLIO CUP ITALIA EUROCUP FR 2.0 FORMULA RENAULT 2.0 ITA C.I. FORMULA 3 C.I. FORMULA ABARTH FORMULA JUNIOR MONZA KARTING ALTRE CATEGORIE ARCHIVIO

INFORACE

Regolamenti CSAI Organi Competenti Brevetti e Licenze Consigli Utili

MEDIABOX

Links motorsport Comunicati Ferrari

SERVICES

Annunci Feed Rss News sul tuo sito

> HOME > NEWS TROFEO GRANTURISMO MC


Archivio storico: 2003 | 2004 | 2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012

SEZIONI INTERNE: NEWS | GALLERY | CALENDARIO | CLASSIFICA

» JARAMA - I PRIMI VINCITORI DELLA STAGIONE SONO ROMAGNOLI E SERNAGIOTTO

GARA 1
Riccardo Romagnoli si è aggiudicato il successo al termine della prima gara del Trofeo Maserati GranTurismo MC World series 2012, disputatasi sul circuito di Jarama. Il pilota romano, partito dalla pole, ha impostato una gara basata sulla regolarità che gli ha permesso di accumulare un buon vantaggio con il quale ha gestito nel finale il veemente ritorno di Cedric Sbirrazzuoli.

La violenta precipitazione che si abbatte sul circuito di Jarama a mezz’ora dall’inizio della corsa, consiglia la direzione gara a far partire le vetture dietro alla safety car. Tutte le vetture montano gomme rain, ma Kuppens tenta l’azzardo ed entra ai box per sostituirle con un treno di slick. Il pilota del team Konvex, terzo in griglia, prima di tornare in pista deve attendere che siano transitate tutte le vetture sul rettilineo.

Al secondo giro la safety rientra e la gara parte regolarmente. Romagnoli prende il comando davanti a Sbirrazzuoli e Venier, quindi Simoni e Dromedari. Hernandez si produce in un’ottima partenza che lo proietta in settima posizione, alle spalle dell’australiano Denny che scattava dall’undicesima piazza.
Mentre Venier si ritira con la vettura ammutolita, Hernandez continua a spingere e passa Denny conquistando la quinta posizione. La pista bagnata permette approcci diversi alla corsa e chi osa di più rispetto agli altri viene premiato.

Alle spalle di Romagnoli, Sbirrazzuoli segue staccato di sette secondi, quindi Simoni e Dromedari in lotta per il terzo posto e Hernandez e Denny a contendersi la quinta piazza. Nel corso del tredicesimo giro, Denny rompe gli indugi e passa il pilota della VIP car Bowers & Wilkins, mentre Dromedari è sempre più presente negli specchietti di Simoni, che tuttavia riesce a mantenere la giusta freddezza e a controllare il pilota dello Swiss Team.

Hernandez, dopo un brillante avvio, scivola indietro in classifica e viene passato tanto dal marocchino Sbai quanto da Fascicolo. Kuppens, intanto, paga l’azzardo di aver montato le slick perché la pista non si asciuga e si trova costretto a girare su tempi decisamente distanti dai più veloci, come testimonia il suo giro più veloce in 1:58.199 contro l’1:50.853 di Sbirrazzuoli. Il monegasco, che aveva impostato una tattica atta a preservare le gomme per il finale, rimonta furiosamente su Romagnoli, tanto che negli ultimi due giri si porta negli scarichi del leader di classifica.

L’esperto pilota romano, tuttavia, non perde la freddezza davanti agli attacchi del pilota di AF Corse e si difende sino a sotto la bandiera a scacchi che vede le due vetture transitare praticamente appaiate, separate da soli 137 millesimi di secondo. Alle loro spalle chiude Alan Simoni, a 22.3 secondi, che ha regolato sul traguardo Andrea Dromedari (Swiss Team) di otto decimi. Quinta piazza per Richard Denny che è stato autore di una prova di livello e che ha preceduto un gruppetto di piloti racchiusi in dieci secondi. Il sesto posto è andato all’ottimo Ismail Sbai, capace di girare su tempi molto buoni che gli hanno permesso, nel finale, di attaccare anche l’australiano per la quinta posizione. Il marocchino ha chiuso davanti a Giuseppe Fascicolo, Jaime Hernandez e Tiziano Cappelletti. Buon decimo, Fabrizio Macchitella che durante la gara ha occupato anche la settima posizione, davanti all’altro marocchino El Marnissi, in grado di scalare la classifica dopo una partenza difficile.

Dodicesima posizione per Alberto Vescovi, partito dal fondo dello schieramento ed autore di una gara comunque accorta, al rientro nel Trofeo Maserati dopo l’esperienza in Medio Oriente. Il pilota italiano ha preceduto il danese Rasmussen, il tedesco Herpell e Carlos Rodriguez che chiude i primi quindici. Seguono Daniel Waszczinski (Konvex Racing), Adrien de Leener, Anita Toth, Alberto Nicolucci e Renaud Kuppens (Konvex Racing).


GARA 2
Giorgio Sernagiotto si è imposto nella seconda gara del Trofeo che si è disputata sul circuito di Jarama, alla periferia di Madrid.

A differenza della prima, il via avviene su pista asciutta e senza la pioggia, nonostante le nubi che sovrastano il circuito. La partenza lanciata si svolge in maniera abbastanza regolare, anche se alla prima curva non mancano i contatti o le uscite di pista, come quella che coinvolge Garelli che però riesce a rientrare, anche se in fondo al gruppo. Davanti, Sernagiotto riesce a controllare gli attacchi di Kuppens e Dromedari e prende la testa della corsa.

Al secondo giro, l’australiano Denny – settimo al via – si trova costretto a fronteggiare un duplice sorpasso da parte di Garcia ed El Marnissi, senza riuscire a difendersi. In testa, è incandescente il duello che oppone Dromedari a Kuppens, con il pilota dello Swiss Team in grado di passare il belga.

Alberto Vescovi, autore di un’ottima partenza, si porta in sesta posizione davanti a Macchitella ma è costretto al ritiro a causa di un’anomalia all’impianto frenante. Nel corso del terzo giro Garcia accusa un problema alla posteriore sinistra, cerca di proseguire per rientrare ai box, ma non riesce nell’impresa e si insabbia in un punto pericoloso del tracciato, tanto che la direzione di gara opta per far scendere in pista la safety car. Contemporaneamente, lungo la pista inizia a piovere. Dietro alla safety, la situazione viene congelata con Sernagiotto in testa davanti a Dromedari, Kuppens, El Marnissi, Denny, Gardelli, Ragazzi e Macchitella.

La corsa riprende quando le vetture transitano sotto il traguardo per la decima volta e Sernagiotto prende subito il largo con autorevolezza. A centro gruppo, Garelli supera due vetture prima della linea di arrivo e, da li a pochi giri, viene penalizzato con un drive through.

Nel corso del quindicesimo passaggio Sernagiotto è in testa con 4.6 secondi di vantaggio su Dromedari, 6.2 su Kuppens, 6.7 su El Marnissi, 8.2 su Gardelli, 8.9 su Ragazzi, poi Denny, Vanini , Macchitella e Chionna.

La gara si avvia alla conclusione senza grossi sussulti, anche se rimane ancora apertissima la lotta per la terza posizione con Kuppens che cerca di difenderla dagli attacchi di El Marnissi. Il marocchino è molto aggressivo ed approfittando di alcune noie ai freni del belga, lo supera nel corso del ventesimo giro con una splendida manovra.

E’ l’ultima emozione di una gara comunque spettacolare e combattuta che Giorgio Sernagiotto si aggiudica in maniera autorevole e meritata davanti all’ottimo Andrea Dromedari (Swiss Team) ed al sorprendente marocchino El Marnissi. Quarto posto per Renaud Kuppens che si riscatta dalla difficile gara della mattina e difende la sua posizione dall’arrembante Andrea Gardelli. Sesto sotto la bandiera a scacchi Riccardo Ragazzi, seguito dall’australiano Richard Denny, Edo Varini e da Fabrizio Macchitella.

I primi dieci vengono chiusi da Alessandro Chionna (AF Corse), che ha portato a casa punti comunque importanti per la classifica team. Undicesima posizione per Alvaro Rodriguez Quiroga che ha regolato Stefano Garelli e Mads Rasmussen. Doppiati ad un giro Daniel Waszczinski, Alberto Nicolucci, Pierre Marie De Leener, Bela Csiszer, “Blumax” e Thomas Herpell.

Così all'arrivo di Gara 1 (primi 10):

1 Riccardo Romagnoli 40:27.493
2 Cedric Sbirrazzuoli +0.137
3 Alan Simoni +22.333
4 Andrea Dromedari +23.133
5 Richard Denny +1:08.969
6 Ismail Sbai +1:10.207
7 Giuseppe Fascicolo +1:14.545
8 Jaime Hernandez +1:19.305
9 Tiziano Cappelletti +1:31.819
10 Fabrizio Macchitella +1:48.642

Così all'arrivo di Gara 2 (primi 10):

1 Giorgio Sernagiotto 41:23.899
2 Andrea Dromedari +8.991
3 Youssaf El Marnissi +11.842
4 Renaud Kuppens +12.498
5 Andrea Gardelli +13.033
6 Riccardo Ragazzi +19.343
7 Richard Denny +23.154
8 Edo Varini +30.309
9 Fabrizio Macchitella +36.640
10 Alessandro Chionna +37.304

Data: 21 mag 2012 (18:34)


SOCIAL NETWORKS & LINK SHARING: FacebookDiggdel.icio.usTwitterMySpaceLiveGoogle BookmarksTechnoratiNetvibes

Voto: 2.4/5 (105 voti)

Diminuisci dimensione font Aumenta dimensione font      Stampa Aggiungi commento

ARCHIVIO NEWS 2012

23 lug : PAUL RICARD - ANDREA DROMEDARI DOMINA GARA 2

22 lug : PAUL RICARD - GIORGIO SERNAGIOTTO SVETTA NELLA PRIMA GARA DEL WEEK-END

08 giu : PORTIMAO - PRIMO SUCCESSO STAGIONALE PER KUPPENS IN GARA 3

04 giu : PORTIMAO - GIORGIO SERNAGIOTTO LEADER DI GARA 2

03 giu : PORTIMAO - AUTOREVOLE VITTORIA DI CEDRIC SBIRRAZZUOLI IN GARA 1

21 mag : JARAMA - I PRIMI VINCITORI DELLA STAGIONE SONO ROMAGNOLI E SERNAGIOTTO

21 apr : TEST A VALLELUNGA PER IL VIA DEL NUOVO TROFEO MC WORLD SERIES

CALENDARIO 2012

20 maggio 2012 

 Jarama (ESP)

03 giugno 2012 

 Portimao (POR)

24 giugno 2012 

 Imola (ITA)

22 luglio 2012 

 Paul Ricard (FRA)

23 settembre 2012 

 Infineon Raceway (USA)

04 novembre 2012 

 Shanghai (CHI)

Visualizza il calendario

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine Ingrandisci Immagine